Dopo poco più di venti giorni dall’inizio della preparazione precampionato, è arrivato il momento di tirare le prime somme in casa HC Fidaleo Fondi. Le ragazze della serie A2, radunatasi agli ordini di mister Damiano Macera lo scorso 26 agosto, fin dai primi test atletici ha palesato una buona condizione, consentendo al tecnico rossoblù di seguire senza intoppi il programma prestabilito.

Le giovanissime atlete fondane hanno finora lavorato tanto e bene, succedendo alle sedute di cardio-training gli allenamenti sulla tecnica e tattica. Il primo test agonistico è stato quello di venerdì scorso (19 settembre) a Civitavecchia contro una squadra esperta come il Flavioni: il giovanissimo team fondano, nonostante la sconfitta con uno scarto esiguo, ha giocato un’ottima partita, dando risposte molto importanti al proprio tecnico. Contro le “donne” di Patrizio Pacifico, nonostante il carico di lavoro delle scorse settimane - in media di cinque sedute settimanali - e l’assenza di alcune componenti fondamentali della rosa, le fondane hanno mostrato buona volontà di raggiungere gli obiettivi prefissati prima del match.

Al termine della gara abbiamo intervistato il tecnico fondano: “Alla fine dei 60’ ci siamo ritrovati soltanto con 8 reti di svantaggio, mentre mi aspettavo alla vigilia del match un divario più ampio, essendo le mie ragazze molto giovani e con poca esperienza. Sono soddisfatto, è stato un test molto positivo. So che la strada è dura ma se continuiamo a lavorare e a crescere in questo modo possiamo intraprendere il nostro campionato con tutta la serenità possibile. Quella di venerdì era la prima vera partita contro una squadra senior da quando abbiamo iniziato e devo dire che sono contento di quello che le ragazze hanno messo in campo. L’impatto alla gara è stato forte: all’inizio le ragazze erano abbastanza contratte, ma con il passare dei minuti sono entrate sempre di più nel ritmo partita. Bisogna tener conto anche del fatto che il Civitavecchia è una squadra di qualità che, nonostante la perdita di alcune giocatrici dopo la retrocessione dall’A1, ha mostrato di essere un gruppo molto forte”. Macera ha così concluso: “Ci sono stati molti input positivi, abbiamo creato buone trame di gioco, si sono viste tante ripartenze in velocità e buoni frangenti in difesa. Le ragazze hanno bisogno di un po’ di tempo per digerire il nuovo sistema di gioco, a seguito dei cambiamenti di ruolo. Tuttavia molte di loro mi hanno impressionato nel rivestire ruoli differenti”.

Molti sono i giorni che separano le ragazze del presidente Vincenzo De Santis dall’inizio del campionato, quindi c’è ancora tanto da lavorare per arrivare pronte all’esordio del 13 ottobre sotto gli occhi del pubblico di casa.