L’HC Banca Popolare di Fondi chiude con una sconfitta un 2014 comunque denso di soddisfazioni: manca dunque la classica ciliegina sulla torta, o sul panettone, vista la prossimità delle festività natalizie.

Eppure ci hanno provato gli uomini di Giacinto De Santis sul difficile campo di Benevento, dove tre giorni prima era caduta anche la Dorica Ancona. Per tutto il primo tempo e per una buona parte del secondo i rossoblù hanno giocato punto a punto con la squadra sannita, che sta vivendo il miglior momento della sua stagione. È mancato qualcosa, fisicamente e mentalmente, nel momento più importante del match, quando a metà ripresa i padroni di casa hanno spinto sull’acceleratore e operato l’allungo decisivo, ribadendo anche al cospetto dei fondani la dura legge del Pala Adua. La prima frazione di gara vedeva le due squadre fronteggiarsi su binari di costante equilibrio, come testimoniano i parziali: 2-2 al 5° e poi 4-4 al 10°, con i locali a tentare l’allungo e gli ospiti pronti a rispondere colpo su colpo. Al 17° una rete di Lauretti siglava il primo vantaggio dei fondani, che da quel momento conducevano le danze fino al 5° della ripresa. Era il ritrovato Conte a salire in cattedra negli ultimi 10’ del primo tempo, con una serie di realizzazioni che procuravano anche il doppio vantaggio degli ospiti, prima sull’8-10, quindi sul 10-12 e poi ancora sull’11-13 del 25°. D’Ettorre e Milosevic contribuivano da par loro a permettere ai rossoblù di andare al riposo sul 15-16. Erano ancora Conte e il capitano Stefano Di Manno a siglare il nuovo doppio vantaggio ospite in apertura di ripresa, cui i sanniti rispondevano raggiungendo la parità al 3° sul 18-18. Quello che si sarebbe rivelato l’ultimo vantaggio dei rossoblù arrivava al 4° del secondo tempo, cui seguivano altri minuti di pieno equilibrio. La percezione che la partita stesse cambiando impronta trovava conferma a metà ripresa, quando i locali operavano l’allungo decisivo: dal 25-24, con Petrychko e De Angeli sugli scudi, i sanniti arrivavano in poco più di 6’ al 30-24. Il time-out chiamato da De Santis non riusciva ad evitare il massimo vantaggio degli avversari che, in preda a un’autentica trance agonistica, toccavano il massimo vantaggio sul 32-25 a 7’ dalla fine. Il ritorno tutto d’orgoglio dei rossoblù fruttava un parziale di 5-0 a loro favore che sembrava poter riaprire il match al minuto 59, quando sbagliavano il contropiede del possibile -1. I beneventani erano bravi a serrare nuovamente le file e a resistere all’estremo tentativo di ritorno degli ospiti, riuscendo anzi a siglare l’ultima rete che fissava il punteggio sul 33-30 finale. Amareggiato ma fiducioso al termine del match il tecnico fondano De Santis: “Per prima cosa vanno fatti i complimenti al Benevento per come ha interpretato e vinto la partita. Il nostro obiettivo era vincere e chiudere l’anno da secondi ma a questo gruppo di ragazzi non posso dire nulla, stanno dando tutto dal primo giorno. Questi ragazzi sono cresciuti tanto, poi vari problemini e i piccoli infortuni si sono fatti sentire. Certo perdere così è deludente ma abbiamo fatto tutto ciò che era possibile ed io sono orgoglioso della mia squadra. Voglio fare una cosa che non sempre si fa in caso di sconfitta, cioè i complimenti agli arbitri: non era facile, hanno diretto una buona gara. Complimenti anche al pubblico che, come sapevamo, si è confermato caloroso, rumoroso e corretto. Per ultimo, ma non certo per importanza, vorrei fare i complimenti e ringraziare la società, lo staff tecnico e i giocatori per questo 2014 pieno di soddisfazioni, con l’obiettivo di imparare dagli errori commessi per avere un 2015 ancora migliore. Auguri di buone feste a tutti”.

Benevento – HC Banca Popolare di Fondi 33-30 (p.t. 15-16)

Benevento: Mascia, Buonocore 8, Chiumento, Sangiuolo A. 5, Orlando, Sangiuolo G. 3, De Angeli 6, Testa 1, Petrychko 10, De Luca, De Cristofaro, Ignazzi, Politano. All: Giustino Ciullo

HC Fondi: Di Manno S. 5, D’Angelis, D’Ettorre 6, Di Manno G. 1, Pestillo 2, Riccardi 1, Conte 5, Milosevic 8, Di Cicco 1, Lauretti 1, Gionta, Pinto, Marcone, Iacovacci. All: Giacinto De Santis

Arbitri: Fato – Guarini